Un recente rapporto di due ricercatori israeliani, Gideon Koren e Rana Cohen, pubblicato nel Journal of Cannabis Research, presenta i casi di quattro donne incinte che soffrono di gravi nausee mattutine (iperemesi gravidica).

Uno di loro descrive: “Nella sua seconda gravidanza, l’HG [nausea matinales] iniziò a 4 settimane con fino a 70 episodi di vomito al giorno, richiedendo ripetuti ricoveri…”.

Tutte queste donne hanno trovato che 2-3 boccate di marijuana ricca di THC (~20% THC, 1% CBD) erano utili per ridurre o prevenire il vomito e invertire la perdita di peso. L’effetto dell’inalazione di piccole quantità di marijuana è durato da 2 a 4 ore, e poi hanno ripreso a prendere le dosi, per un totale di 1 a 2 grammi al giorno. Sembra che i ricercatori non abbiano raccomandato questo metodo ai pazienti, ma abbiano concordato dosi simili in modo indipendente.

I bambini hanno ora 4 anni e non sono sorti problemi di sviluppo.

Gli autori sottolineano di non aver provato che la cannabis può essere usata in modo sicuro durante la gravidanza, ma il loro lavoro evidenzia la possibilità di usare la cannabis ricca di THC per trattare gravi nausee mattutine.

Vedi lo studio: L’uso della cannabis per l’iperemesi gravidica (HG)