Un sonno tranquillo – chi non l’ha fatto? Anche e soprattutto in tempi di stress e incertezza, non c’è sostituto. Alcune persone sono anche disposte a pagare un prezzo elevato per una buona notte di sonno – purtroppo, non è così semplice. Le medicine per il sonno ci intorpidiscono invece di farci addormentare, proprio come l’alcol. D’altra parte, contare le pecore non è abbastanza efficiente per molte persone … Di conseguenza, l’industria è ancora in piena espansione, e si dice che vari trattamenti miracolosi forniscano un sollievo rapido ed efficace. Il CBD è uno di questi. Essendo un’erba nuova o riscoperta, si crede che ci permetta di scivolare nei sogni in modo naturale e veloce.

Usa l’olio di CBD per addormentarti meglio, è allettante. Ma qual è la verità dietro l’affermazione che l’olio di CBD aiuta ad addormentarsi? Se sì, quanto CBD dovrei prendere per aiutarmi ad addormentarmi? Esiste una dose ideale di olio di CBD per i disturbi del sonno? Devo perdere il sonno prima? O l’olio di CBD può in generale aiutarmi ad addormentarmi? Una cosa che sta succedendo ora: da un punto di vista scientifico, non si può dire con certezza quanto si pensa. Un’ultima cosa è chiara: se soffrite di gravi disturbi del sonno, questo non è un compito facile, il sonno è importante! Questo è importante per tutti i tipi di sonno. Se questo è il caso, assicuratevi di parlare con il vostro medico. Quindi: il CBD può darti una buona notte di sonno – un mito, una certezza o qualcosa nel mezzo? Daremo un’occhiata da vicino a questo argomento e vi spiegheremo come ottimizzare le vostre abitudini di sonno. Cercheremo anche di consigliare un dosaggio di olio di CBD per il sonno… Ecco qui!

Suggerimento 1: il CBD fa bene al sonno?

Stiamo parlando della classica antitesi dei sonniferi. In poche parole, i sonniferi vi deluderanno. Può aiutare l’insonnia di lunga durata, ma non può risolvere nessuna causa. D’altra parte, i cannabinoidi legati alla melatonina possono promuovere il sonno e aiutare a ridurre “la paura di non riuscire ad addormentarsi”. Qui entra in gioco la combinazione di diversi elementi.

Come già detto, i cannabinoidi esterni possono aiutare il sistema cannabinoide del corpo a tornare alla normalità. A lungo termine, questo può aiutarvi a dormire meglio. Per esempio, il CBD derivato dalla canapa contiene anche i cosiddetti terpeni. In altre parole, possono anche calmare, rilassare i muscoli e ridurre l’ansia lieve. Allo stesso tempo, accelerano gli effetti dei veri cannabinoidi. Vuoi sapere di più su CBD e terpeni? Nella nostra wiki sulla cannabis, rispondiamo alle domande più importanti sui terpeni: “Cosa sono i terpeni? Cosa ha a che fare questo con il CBD?”.

Quale olio di CBD per dormire?

Se vuoi solo sapere se il CBD può aiutarti a dormire meglio, puoi provare a usare quasi tutti gli oli essenziali di CBD per dormire. Vi consigliamo di provare un estratto di cannabis ad ampio spettro, perché questo vi convincerà immediatamente della speciale sinergia erboristica degli ingredienti della pianta di cannabis. Basta scegliere un olio di CBD e applicarlo come raccomandato.

Inoltre, l’olio di CBD per dormire può anche essere usato con altri principi attivi, come la melatonina e/o la valeriana. Altre informazioni su questo argomento (CBD e melatonina – una buona combinazione per addormentarsi e rimanere addormentati?)

Quindi quanto olio di CBD c’è?

In questa guida abbiamo spiegato come ottimizzare il comportamento e il sonno. Naturalmente, puoi espandere tutto e poi iniziare a usare altri prodotti CBD da qui. Soprattutto se non vuoi fare il bagno ogni sera. Ma qual è il giusto dosaggio dell’olio di CBD? Varia da persona a persona. Ci sono vari studi sul sonno CBD, che mostrano l’esperienza di sonno CBD dei candidati. Ma di nuovo, molto preciso:

Esiste un dosaggio ideale di olio di CBD per i disturbi del sonno?

Per la maggior parte, mentre l’olio di CBD e i problemi di sonno non sono più un argomento nuovo, non ci sono ancora raccomandazioni di dosaggio specifiche per le diverse condizioni. Sfortunatamente, questo è ancora il caso per i soggetti CBD che dormono normalmente o la giusta dose di olio CBD per i disturbi del sonno. Tuttavia, almeno puoi usare una sorta di “stampella” per aiutarti. In questo caso, si tratta di un metodo semplice che chiunque può usare per avvicinarsi alla sua dose ideale: “Iniziare lentamente, rallentare! Questo significa: iniziare con una piccola quantità e aumentare gradualmente fino a raggiungere l’effetto desiderato.

GiornoNumero di gocce
Giorno 11
Giorno – 21-2
Giorno 32-3
Giorno – 42-3
Giorno – 53-4
Metodo per trovare il dosaggio dell’olio di CBD per dormire

CBD e melatonina – una buona combinazione per addormentarsi e rimanere addormentati?

Lamelatonina può aiutare ad addormentarsi più velocemente. Da questo punto di vista, non è un cattivo approccio. Se combinato con il CBD, diventa molto interessante: perché chi vuole addormentarsi di solito deve dormire fino al mattino successivo. Purtroppo, come detto sopra, la ricerca non è ancora chiara se questa combinazione apparentemente logica porti anche al successo. Tuttavia, c’è un numero crescente di test e rapporti dal campo che indicano che può essere utile almeno per alcune persone.

Come per tutti gli altri integratori, per gli spray al CBD contenenti melatonina, è necessario seguire le istruzioni di dosaggio. Dipende dal prodotto e da cosa c’è dentro. Ci sono molte ipotesi utili che sono completamente sbagliate. L’ideale è tenere l’olio di CBD sotto la lingua per un minuto e mezzo o due minuti prima di inghiottire le gocce per farle addormentare. Per esempio, uno spray per dormire alla cannabis dovrebbe essere preso 30 minuti prima di andare a letto. La dose raccomandata di olio di CBD con melatonina è di 4 pompe. Se vuoi davvero superare l’insonnia o vuoi migliorare il tuo sonno già buono, il dosaggio rimarrà lo stesso. Ancora più importante, offriamo anche cannabis plus sleep spray, una formula collaudata che contiene una dose extra di melatonina.

Quando prendere l’olio di CBD per dormire

Il tempo necessario perché l’effetto abbia effetto può variare per ognuno di noi. Per il nostro spray per il sonno alla cannabis (vedi sopra), si raccomanda di prenderlo 30 minuti prima di andare a letto. Per il CBD orale, possono essere necessarie fino a due ore per raggiungere la massima concentrazione nel sistema. Tuttavia, il primo impatto potenziale può apparire dopo 30 minuti. Il tempo ideale tra l’ingestione e il tentativo di addormentarsi è da qualche parte nel mezzo.

Suggerimento 2: identificare i problemi del sonno – il primo passo per l’ottimizzazione del sonno

Per darvi consigli su come dormire meglio adattandovi alle vostre abitudini notturne e alla CBD, dobbiamo affrontare un aspetto importante: distinguiamo tra i classici problemi di sonno e i cosiddetti disturbi del sonno. I problemi di sonno sono di solito causati da stress, preoccupazioni, richieste eccessive o da uno stile di vita malsano. Quando ci si sveglia regolarmente durante la notte e non si riesce a riprendere sonno, il medico lo chiamerà un disturbo del sonno. Oppure non riesci a riposare e addormentarti diventa un incubo.

In questo caso, la sua posizione nella nostra guida è sbagliata. Allora il tuo percorso ti porta dal tuo medico di famiglia. Questo risolve il primo falso presupposto: sì, è possibile usare il CBD per risolvere i problemi di sonno. Se la causa della privazione del sonno è un problema medico come una terapia traumatica o una malattia mentale, il problema deve essere eliminato prima di poter effettuare l’ottimizzazione del sonno.

Suggerimento 3: lascia che gli aiutanti ti sostengano

Come ultima etichetta prima di andare a letto, sarebbe fantastico se poteste trovare qualcosa che vi rilassi davvero. Non c’è alcol o altre cose che ti fanno stancare, ma allo stesso tempo eviterà la mancanza di sonno. Grazie ancora, eri esausto quando ti sei svegliato la mattina. Per esempio, durante la stagione fredda, una vasca calda può funzionare bene. Qui è necessario fornire un quadro adeguato.

Non ho bisogno di spiegarlo ai nostri lettori, il mondo maschile sta prestando attenzione per un momento: Se volete rilassarvi in una vasca idromassaggio, progettate il vostro bagno di conseguenza. L’importante è assicurarsi di essere a proprio agio.

Suggerimento 4: Medicina classica del sonno

Nel caso di problemi di sonno causati dallo stress, per esempio, molte persone oggi si rivolgono a sonniferi convenzionali o pillole per dormire. Non ci abbiamo pensato troppo. Poiché hanno molti difetti, non sono efficaci ai nostri occhi. Dalla dipendenza fisica dai sonniferi alla fine della dipendenza psicologica e fisica, ci sono molti altri effetti collaterali che dovrebbero impedirti di prenderli. Si tratta essenzialmente di aiuti utilizzati da professionisti medici quando non si riesce a dormire abbastanza o per aiutarvi ad addormentarvi per motivi medici. Tuttavia, dato che stiamo parlando di problemi di sonno classici, dovreste considerare altri metodi. Ti sei appena imbattuto nell’argomento “L’olio di CBD può davvero aiutare ad addormentarsi?”.

Suggerimento 5: conosci i tuoi strumenti!

Cosa succede quando si ha un disturbo del sonno. In breve, il sistema di cannabinoidi del tuo corpo ti assicura un funzionamento “normale”. Se il sistema è indebolito in qualche modo, sarà difficile mantenere il sistema del corpo in funzione correttamente. È qui che il sonno CBD può aiutare. A causa dell’uso del CBD classico, stiamo essenzialmente parlando dell’ingresso di cannabinoidi esterni nel sistema cannabinoide del corpo. In questo modo, può assumere compiti di neurotrasmettitore interagendo con il tuo sistema endocannabinoide personale e aiutandolo a svolgere dei compiti. In altre parole, questo è il modo in cui puoi aiutare il tuo corpo a mantenere il sistema in equilibrio e garantire un sonno adeguato.