L’industria del CBD in Svizzera sta crescendo ad un ritmo sempre maggiore. Secondo il Tages-Anzeiger, la CBD ha portato circa 60 milioni di franchi svizzeri al paese nel 2017. Entro il 2027, il mercato dovrebbe raggiungere 320 milioni di franchi svizzeri. La Svizzera è il posto migliore per entrare nel mercato europeo della cannabis.

Ma perché? In questo articolo, imparerete cosa rende la Svizzera un paese interessante per le aziende dell’industria della cannabis e del CBD che cercano di entrare nel mercato europeo. Imparerai anche molti fatti sul CBD svizzero.

Convenzione svizzera sulla diversità biologica: l’unico paese/regione con una soglia dell’1% di THC

Cominciamo con le basi. Il CBD è legale in Svizzera? La risposta è sì, la Convenzione sulla diversità biologica è legale in Svizzera. È legale nella maggior parte dei paesi europei. Il cannabidiolo in sé non è proibito dalla legge svizzera sulle droghe. Come sapete, il CBD proviene dalla pianta di canapa, e a seconda del contenuto di THC, la stessa legge può vietarlo o meno. Come regola generale, secondo la legge svizzera sulla convenzione sulla diversità biologica, la legalità del consumo, della coltivazione e della vendita di prodotti derivati dalle piante di cannabis è determinata dal contenuto di THC. Se il contenuto di THC della pianta è inferiore all’1%, è legale. Se la pianta di cannabis ne contiene di più, non è così. La soglia dell’1% di THC è unica nella legge svizzera. Nella maggior parte dei paesi europei, il limite è dello 0,2%. Allora perché è l’1%? Questo permette alle piante di raggiungere il loro pieno potenziale e sviluppare così le migliori proprietà medicinali.

Il governo considera le proprietà positive del CBD come una potenziale droga. La Svizzera è forse il paese più avanzato d’Europa in termini di legislazione sui consumatori per la Convenzione sulla Diversità Biologica.

Gli svizzeri non copieranno la legislazione esistente, ma oseranno provare, esplorare e spingere i limiti per utilizzare il pieno potenziale di questi cannabinoidi. Per le imprese, è importante che il governo non solo sostenga la vostra industria, ma la aiuti anche a crescere in modo sostenibile in un ambiente sicuro e regolamentato. In termini di regolamentazione, ci sono alcuni punti da menzionare: Vendere, usare, produrre o possedere marijuana con un contenuto di THC superiore all’1% è considerato un reato penale e (a seconda della violazione) è punibile con tre anni di prigione.

Oltre a questa restrizione, si applicano altre regole. Per esempio: come l’alcol o il tabacco, bisogna avere almeno 18 anni per acquistare prodotti CBD. Se sei un’azienda, i prodotti a base di cannabidiolo significano che non puoi fare una chiara promessa di una cura.

In Svizzera, la guida sotto l’influenza del CBD è vietata, ma l’Ufficio federale della sanità pubblica lo sconsiglia. Il problema di guidare in Svizzera sotto l’influenza di alcuni prodotti CBD è che si può presto superare il limite legale di THC, che è di 1,5 microgrammi per litro di sangue. Tolleranza zero per le droghe sulla strada. Pertanto, il consumo di alcuni prodotti CBD può farvi superare il livello di tolleranza.

Tuttavia, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la Convenzione sulla Diversità Biologica non è una droga. Tutti i prodotti CBD non contengono THC. Il termine “prodotto di cannabis a spettro completo” si riferisce a un prodotto che contiene molti cannabinoidi che hanno un’alta concentrazione di CBD e una bassa concentrazione di tetraidrocannabinolo.

Se compri prodotti contenenti CBD isolato, questa regola non si applica. Questo significa che puoi usare prodotti CBD senza THC ogni giorno senza preoccuparti di guidare o di impegnarti in altre attività regolamentate che supererebbero i limiti legali. Per esempio, Charlotte’s Web ha recentemente lanciato un nuovo olio di CBD chiamato “CBD isolate oil” (olio di CBD senza THC).

Swiss CBD: marijuana medica, quando?

La Svizzera fa pieno uso di marijuana per scopi medici? La risposta è no. Almeno non ancora. Attualmente, gli svizzeri non hanno un piano ufficiale per la cannabis medica. La legge (luglio 2011) permette ai medici di prescrivere la marijuana medica, e solo i pazienti hanno un permesso speciale dall’Ufficio federale della sanità pubblica. I pazienti con questo tipo di licenza possono usare prodotti di cannabis come olio di cannabis, tinture o prodotti sintetici (come il dronabinol). La cannabis in forma di fiore o resina non può essere usata per il trattamento. Questa è la teoria. La realtà è diversa.

L’UFSP stima che da 70’000 a 100’000 persone hanno usato la cannabis come droga in Svizzera nel 2017, mentre solo 3’000 persone possedevano una tale licenza. Di solito, questa autorizzazione è concessa solo a pazienti gravemente malati. Le condizioni di ogni paziente sono valutate e trattate individualmente, il che rende l’intero processo molto lento. La realtà è che pochissime persone possono usarlo. La buona notizia è che il governo svizzero è consapevole di questa situazione e sta prendendo provvedimenti. Il Ministero dell’Interno ha il compito di modificare questa legge entro l’estate 2019. Ma cosa significa questo per l’industria?

Questo dimostra al mondo che la Svizzera non ha paura di innovare e provare cose diverse. È aperta al potenziale medico della cannabis e del CBD. Questi chiari segnali mostrano che il mercato ha tutte le condizioni per una prosperità e uno sviluppo continui. Di solito, queste decisioni e leggi richiedono un po’ di tempo per essere applicate. Tuttavia, questo è perché sono destinati ad un uso a lungo termine. Fortunatamente, viviamo in una nuova era di cannabis.

CBD Svizzera: Coltivare CBD, uno dei pochi paesi dove non serve una licenza

Laproduzione di cannabis è stata legalizzata nell’agosto 2016. Finché la pianta non supera il limite legale dell’1% di THC, è legale coltivare CBD in Svizzera, cioè non è necessaria alcuna licenza per coltivare CBD in Svizzera. In teoria, chiunque può coltivare le proprie piante di canapa CBD a casa. Non c’è dubbio che la Svizzera è un luogo ideale per le aziende straniere che desiderano entrare nel mercato europeo della cannabis per stabilire un business della cannabis nel paese. Mentre hai ancora bisogno di prendere tutti i passi necessari per iniziare un business legittimo, puoi risparmiare tempo e fatica senza dover ottenere una licenza di crescita.